Scuola Pratica di Cittadinanza attiva per un futuro sostenibile

Percorso per alunni e insegnanti ideato e organizzato dalla cooperativa sociale Praticare il futuro finanziato dalla Fondazione Cariplo nell’anno scolastico 2021-2022. Quasi 400 alunni di quarta e quinta primaria e prima e seconda media dell’Istituto Comprensivo Dezza di Melegnano e numerosi insegnanti ed educatori hanno partecipato ai 19 percorsi e ai 4 corsi da 20 ore proposti dalla cooperativa.

I percorsi con le classi

I percorsi scelti dalle insegnanti sono stati tre: “I selvatici che non immagini”, sulla flora e fauna selvatica delle oasi del WWF scelte per le attività, il bosco di Montorfano e il Parco delle noci a Melegnano; “Siamo tutti biodiversi”, sull’esplorazione della diversità biologica e culturale, sulla sua importanza per la vita di tutti e su cosa fare per proteggerla; “Cambiamo stile?”, per imparare a informarsi in modo critico e ragionare in modo sistemico sulle grandi crisi gobali per fare scelte individuali e collettive più consapevoli, anche nella vita quotidiana.

I corsi per le insegnanti

Agli insegnanti e agli educatori sono stati proposti due corsi, “Per educare cittadini globali” e “Apprendere in natura con l’ottica della permacultura”, in due edizioni, una aperta agli insegnanti ed educatori del territorio e una riservata agli insegnanti dell’IC Dezza.

I risultati raggiunti

Tra i risultati concreti realizzati dai ragazzi e dalle ragazze della scuola:

  1. ideazione, realizzazione ed esposizione di decaloghi su stili di vita responsabili dal punto di vista ambientale e sociale a casa e in famiglia;
  2. realizzazione di un reportage multimediale (con foto, musiche e testi) sul percorso sulla biodiversità;
  3. piantumazione di circa 200 alberi e arbusti nell’area verde di via Martin Luther king (limitrofa all’oasi WWF Bosco di Montorfano) e nell’oasi WWF Bosco di Montorfano, nell’ambito del progetto ReLambro, in collaborazione con Ersaf, Legambiente e WWF Sud Milano;
  4. realizzazione di 23 pannelli illustrativi della flora e fauna del Parco delle Noci, e di tre cassette nido per gli uccelli, di cui uno di civetta e due per passeriformi;
  5. raccolta di circa 150 kg di rifiuti lungo le sponde del Lambro, non lontano da Cascina Cappuccina;
  6. tracciatura del sentiero circolare che percorre tutto il Parco delle Noci, con rimozione delle foglie e dei rami caduti.
    In generale, i percorsi e i corsi sono stati valutati positivamente da insegnanti e alunni.

Le attività

Condividi sui tuoi social