Laboratorio di intonaci naturali

 

Scopriremo alcune delle tante possibilità decorative offerte dalla terra cruda in unione a pigmenti naturali. Indagheremo i diversi tipi di terra e di sabbia locali e le condizioni necessarie al loro impiego sia in abitazioni di nuova costruzione che in situazioni di restauro.

L’argilla, la terra, non è uguale ovunque. Scopriremo come conoscerla e come verificare se è utilizzabile per realizzare degli intonaci.
La calce, materiale utilizzato da oltre 12.000 anni, è il nostro materiale da costruzione tradizionale per eccellenza.

  • Impareremo quali sono i processi del ciclo di produzione, come trattare la calce e come prestare la manutenzione.
  • Vedremo che a seconda del legante utilizzato (calce, gesso, argilla) e degli aggregati aggiunti (sabbia, ghiaia, paglia) ogni intonaco avrà particolari caratteristiche.
  • Scopriremo come progettare la stratigrafia di un muro per migliorarne le performance energetiche, ma soprattutto toccheremo con mano gli impasti e proveremo vari attrezzi per applicare gli intonaci su superfici.

Programma

Il corso si compone di:

 

  • una parte teorica, utile per apprendere le caratteristiche e i benefici nell’utilizzo di materiali naturali nelle strutture abitative e nel restauro. Principalmente argilla, sabbia e calce, materiali affascinanti con prestazioni di durata e qualità senza eguali.
  • una parte pratica, in cui si affronterà il tema della scelta del prodotto corretto in base all’ambiente d’utilizzo (traspirante, impermeabile…) o in funzione dell’effetto desiderato (grezzo, lucido..). Si esploreranno inoltre le di lavorazione degli intonaci naturali

Dove

Il percorso può essere strutturato a scuola oppure in Cascina Cappuccina, a Melegnano in un’oasi di verde alle porte di Milano, immersa nel Parco Agricolo Sud Milano. Facilmente raggiungibile da Milano con i mezzi pubblici e in bicicletta.

Contatti e iscrizioni

Esperienza I.T.C.S. Erasmo da Rotterdam, Bollate

L’istituto Erasmo da Rotterdam, attraverso la co-partecipazione ad un PON con la cooperativa Praticare il futuro, ha attivato due laboratori teorico-pratici di 30 ore ciascuno in:

  • costruzione con le balle di paglia nell’anno 2021
  • intonaci naturali nell’anno 2022

Il progetto, che ha visto la partecipazione di 18 studenti di classi miste, ha così potuto prendere vita grazie all’erogazione di fondi europei.Entrambi si sono svolti attraverso una parte teorica e una pratica, sia all’interno dell’edificio scolastico che in cascina cappuccina, sede di Praticare il futuro.

La parte teorica si è tenuta in presenza di un docente esterno specializzato in costruzioni in paglia e intonaci naturali e di un tutor della cooperativa Praticare il futuro, specializzato nel campo della permacultura, che ha affrontato i temi relativi alla necessità di una progettazione di sistemi che tengano conto dell’uso delle risorse naturali in un’ottica di sostenibilità ambientale.

Il referente per la cooperativa Praticare il futuro ha inoltre fornito supporto nell’ organizzazione e fornitura dei materiali.

Le attività laboratoriali si sono tenute in presenza di un carpentiere esperto e dello stesso tutor.

Tutte le attività si sono svolte con la compresenza della docente referente per il progetto.

 

Punti di forza del progetto e ricaduta curriculare
Uno dei punti fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi è stato il coinvolgimento su base volontaria delle classi del triennio indirizzo CAT, scelta che ha fatto sì che gli studenti partecipassero con motivazione e interesse e che ha favorito lo scambio ed il confronto con compagni altre classi dello stesso indirizzo.

Il progetto ha portato importanti riflessioni su quello che è un argomento fondamentale per i nostri giovani progettisti, quali gli studenti dell’indirizzo costruzioni ambiente e territorio, ovvero l’importanza di porre qualità e sostenibilità al centro della pratica progettuale modi di costruire più compatibili con l’ambiente, più attenti al ricorso a fonti energetiche alternative e alla necessità di ridurre i consumi.

 

Cosa dicono i docenti
Tutti gli obiettivi prefissati in fase di progettazione delle attività sono stati raggiunti:

  • sensibilizzare gli studenti verso la necessità di utilizzare materiali da costruzione a basso impatto ambientale,
  • fornire agli studenti conoscenze relative alle costruzioni in paglia, sia nel ruolo di progettista, che di artigiano/costruttore,
  • fornire agli studenti gli strumenti per la pratica progettuale, alternando lezioni teoriche a fasi di lavoro con le proprie mani, accompagnate da dimostrazioni,
  • favorire la consapevolezza della realtà produttiva, sociale e culturale in rapida trasformazione che richiede conoscenze, organizzazione, responsabilità, intuito, flessibilità, collaborazione,
  • favorire la formazione di gruppi di lavoro
  • favorire la cooperazione tra pari per il raggiungimento di un obiettivo comune.
Condividi sui tuoi social