Progetto A.S.I.NA. A Scuola in Natura

Educazione in natura e allo sostenibilità, territorio e scuola pubblica.

 

Le classi della primaria di Melegnano, Teresa Sarti, da settembre tornano in Cascina Cappuccina per sperimentare una scuola diffusa e in natura.

 

I percorsi di educazione non formale integrata alla didattica, nel territorio del Parco Agricolo Sud Milano (PASM)–Melegnano–Cascina Cappuccina, sono stati progettati da Praticare il Futuro e l’IC Frisi di Melegnano per sperimentare ed avviare, nell’anno scolastico 2021/2022, una scuola aperta ed integrata con il territorio dove didattica in aula e apprendimento outdoor in natura permettono l’empowerment degli studenti (6-11 anni).

 

Il progetto A.S.I.NA. A scuola in Natura (CUP: D79D20000280001) è sostenuto dal contributo della Presidenza del Consiglio dei MinistriDipartimento per le Politiche della Famiglia.

 

Orticoltura, falegnameria, cucina, osservazione in natura, esplorazione del territorio, apicoltura e avvicinamento equini, sono solo alcuni degli strumenti educativi pensati per facilitare nei bambini e nelle bambine l’acquisizione di competenze pratiche, capacità di lettura del territorio, autonomia e autoregolazione nell’apprendimento, competenze sociali e civiche, immersi in ambienti educativi speciali.

Scuola e territorio

Il progetto A.S.I.NA. attiva percorsi di educazione non formale integrata alla didattica, nel territorio del Parco Agricolo Sud Milano (PASM)–Melegnano–Cascina Cappuccina. L’obiettivo del progetto è quello di sperimentare ed avviare, nell’anno scolastico 2021/2022, una scuola aperta ed integrata con il territorio dove didattica in aula e apprendimento outdoor in natura permettono l’empowerment degli studenti (6-11 anni).

Obiettivi

1) avviare percorsi outdoor esperienziali con P.I.F. in Cascina Cappuccina per 200 studenti. Un progetto integrato alla didattica della scuola primaria di via Lazio che avvicini i minori al territorio, nella pratica di stili sani di vita consapevoli e rispettosi della natura, delle risorse e delle persone;

 

2) dotare la scuola di un piano annuale (a.s. 2021/2022) di didattica integrata aula-outdoor per sperimentare un nuovo modello di scuola aperta ed integrata con il territorio, attivando competenze trasversali alle discipline in situazioni concrete e setting destrutturati.

Punti di forza

A.S.I.NA. nasce dalla connessione tra scuola, territorio e natura.

Risulta essere distintivo nei seguenti elementi:

  1. nelle procedure: il modello di integrazione scuola aperta prevede la definizione puntuale di tutti gli step necessari – dalla progettazione alla realizzazione dei percorsi aula-outdoor. La definizione congiunta tra scuola e P.I.F. sottende una condivisione di intenti e facilita la realizzazione delle attività: questo è il presupposto su cui si fonda il progetto “A.S.I.N.A.”, ovvero la socializzazione di bisogno e l’individuazione di risposte concrete definite congiuntamente;
  2. nelle modalità di realizzazione, ovvero scuola e ente del terzo settore che collaborano attivamente
    e compartecipano insieme alla formazione ed educazione degli studenti. Un modello di scuola integrata ed aperta dove l’apprendimento formale, non formale ed informale si fondono per far sì che vi sia una crescita armoniosa di alunni/e attraverso esperienze pratiche (learning by doing) che stimolano l’autoregolazione e l’empowerment dei minori coinvolti;
  3. nell’innovatività dell’integrazione tra aula ed outdoor. Il progetto prevede concretamente il cambiamento del metodo didattico con l’integrazione di uno spazio di apprendimento altro che supporta ed integra quello formale;
  4. nei contenuti del percorso che s’intende attivare che prende in considerazione e pone a sistema le conoscenze didattiche, le competenze, le soft skills degli alunni/delle alunne e l’aspetto ambientale/territoriale. Il progetto lavora sull’integrazione tra l’ottica laboratoriale e la capacitazione: cura di sé, degli altri e delle risorse;
  5.  nella replicabilità del modello che s’intende poi mettere a disposizione non solo della scuola per le annualità scolastiche, ma anche delle altre scuole e degli enti del terzo settore;
  6. nella molteplicità di laboratori individuati a partire dalle richieste/esigenze dei bambini/delle bambine .

Le attività

Condividi sui tuoi social